Kung Fu Tradizionale

Siamo a  Collegno:

Prenota la Tua Lezione di Prova. Scrivici a asdmantis@gmail.com o invia un messaggio al 334 17 85 769 per essere ricontattato 

ASD Mantis. Tutte le Attività che cerchi per il Tuo Benessere e Condizionamento Fisico

SIGNIFICATO DEL TERMINE “KUNG-FU”: il termine Kung-Fu è composto da due parole, KUNG=MERITO e FU=UOMO, ovvero “Uomo che consegue meriti”. Chi decide di iniziare la pratica di questa disciplina ha fatto la scelta di diventare una persona migliore. Attraverso l’impegno costante diverrà più forte, coraggioso e sicuro di sé.

POSIZIONE DI PARTENZA: piedi uniti, gomiti tirati indietro, stringere le mani a pugno e portarle all’altezza dei fianchi, all’altezza della cintura. La lingua va appoggiata al palato e MAI tenuta tra i denti, la bocca resta chiusa e i denti serrati. Lo sguardo è rivolto in avanti, prima di iniziare è bene che la concentrazione sia massima. Preoccupazioni e turbamenti vanno lasciati da parte, bisogna concentrarsi su se stessi e sul movimento del proprio corpo.

SALUTO INIZIALE: il Maestro all’inizio della lezione pronuncia il termine “Sho”, che significa letteralmente “Pronti a cominciare!”, ciò vuol dire che a partire da quel momento la concentrazione dovrà essere massima. Gli allievi rispondono con una forte espirazione dal naso, espellendo l’aria dai polmoni e rilassando il basso addome.

Guarda i nostri Video-Tutorial Gratis Online e Iscriviti al Nostro Canale Youtube!

A seguito il maestro pronuncio il termine “CERJET”, che vuol significare “Pronti con lo spirito, che ognuno dia il meglio di se stesso!” e il termine “KHEGNET”, che simboleggia il saluto.

KHEGNET: è il saluto utilizzato nelle arti marziali cinesi. Si porta il pugno destro davanti a sé, all’altezza del cuore. Contemporaneamente la mano sinistra avvolge il pugno destro. Simbolicamente il PUGNO DESTRO rappresenta la forza, il coraggio e l’aggressività (Yang, il sole), mentre la MANO SINISTRA rappresenta l’intelligenza, la calma interiore e la saggezza (Yin, la luna). Il cerchio che si andrà a formare con le braccia rappresenterà la fusione dei due principi Yin e Yang che, da un punto di vista marziale, significano nobiltà d’animo, onestà, la capacità dell’uomo di non farsi travolgere dall’aggressività sconsiderata e di essere in grado di controllare la propria rabbia. La ricerca dell’equilibrio è lo scopo primario delle arti marziali cinesi: “che la saggezza protegga la forza che è in te, che la tua intelligenza controlli la tua aggressività”.

LE CINQUE VIRTù DEL KUNG-FU: dopo il saluto iniziale ci si inginocchia e si ripetono ad ALTA VOCE le cinque virtù fondamentali. Esse rappresentano le cinque regole della nostra scuola e sono delle linee guida sul comportamento da seguire all’interno della palestra e, più in generale, nella vita. Il praticante dovrà cercare il più possibile di sviluppare dentro di sé queste caratteristiche. Le cinque virtù del Kung-Fu sono:

1° SAGGEZZA (scien ming) / 2°COMPASSIONE (t’ong c’ing) / 3°SINCERITà (tc’eng scin)

4°CORAGGIO (jong ka) / 5°PAZIENZA (ine)

INE: è l’unica parola ammessa durante la lezione. Significa “PAZIENZA”, ma anche “MAESTRO INSEGNAMI” e viene utilizzata dall’allievo per chiedere all’insegnante di fargli lezione nuova. È importante pronunciare ad alta voce “Ine” quando, durante la lezione, si giunge all’ultimo movimento imparato la volta precedente. In questo caso si dirà “Ine” e il Maestro insegnerà all’allievo delle tecniche nuove. “Ine” viene anche pronunciato ogniqualvolta l’allievo vuole fare una domanda o chiedere delle spiegazioni all’insegnante.

GLI OTTO TRIGRAMMI: vengono ripetuti dall’insegnante durante alcuni momenti della lezione, in particolare durante la ginnastica. Essi rappresentano il concetto di interazione costante tra Yin e Yang, attraverso il ciclo della natura. Gli otto trigrammi ripetuti durante la lezione sono: KEN (Cielo), TE (Lago), RI (Fuoco), CIN (Tuono), SON (Vento), KAM (Acqua), KAN (Montagna), KON (Terra).

LA GINNASTICA CINESE: essa viene considerata come una delle parti più importanti della lezione. Senza un corpo forte, agile ed elastico il praticante non potrà utilizzare al meglio il suo kung-fu. Lo scopo della ginnastica cinese sarà quello di trasformare la struttura corporea dall’interno, allungando e rinforzando i muscoli, i tendini e i legamenti. Lentamente il corpo diverrà morbido ed elastico, sviluppando una sorta di armatura naturale. In questo modo si farà un opera di prevenzione, riducendo al minimo la possibilità di infortuni durante gli allenamenti. Inoltre, la ginnastica cinese è fondamentale per la concentrazione. Gli allievi dovranno contare ad alta voce le ripetizioni di ogni esercizio. Dimenticarsi di contare quando arriva il proprio turno viene considerata una grave disattenzione.

Per la Tua Prova Gratuita di Kung Fu o di una qualsiasi delle nostre Discipline, per informazioni o chiarimenti, o semplicemente per ulteriori informazioni sulla nostra Associazione, contattaci ai seguenti recapiti: asdmantis@gmail.com o 334-1785769 (anche whatsapp)

Bookmark the permalink.

Comments are closed